Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
Notizie dal Comune
Sorrento alza il sipario sulle iniziative per i 150 anni dell'Unità d'Italia
19-01-2011

Sorrento alza il sipario sulle iniziative per i 150 anni dell'Unità d'Italia Domani, 20 gennaio, alle ore 9 e trenta, al teatro Tasso di Sorrento, la compagnia Casa degli Alfieri porta in scena Francesca e l'eroe, un monologo teatrale, per la regìa di Luciano Nattino, incentrato sulla figura di Francesca Armosino, terza moglie di Garibaldi. L'appuntamento inaugura il programma di iniziative dal titolo "Diventare nazione. Storia e controstoria del Risorgimento Italiano", promosso da Comune di Sorrento, teatro Tasso, associazione Torquato Tasso e circolo Endas penisola sorrentina, in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia. Tre mesi di eventi, tra cinema, teatro, musica, arti, convegni e seminari con storici, economisti e ricercatori, incontri con studenti e docenti, premiazioni, mostre e cineforum, fortemente voluti dal sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo. Francesca e l'eroe punta i riflettori su Francesca Armosino, terza moglie di Garibaldi, dorigine astigiana, testimone diretta degli ultimi tormentati anni di Garibaldi, dal 1866 alla morte di lui nel 1882. Il suo racconto dellepopea garibaldina è quello di unumile balia piemontese diventata moglie di uno dei personaggi più importanti del Risorgimento italiano e dellOttocento europeo e mondiale. Siamo nellanno 1880. Garibaldi ha 73 anni, Francesca 34. Sullisola di Caprera vivono anche Clelia e Manlio, i loro figli, oltre ai genitori di lei. Francesca ricostruisce gran parte della vita di Garibaldi, le imprese, gli amori, tutto ciò che è a sua conoscenza per i racconti di lui o per la lettura effettuata delle Memorie. Ne emerge il volto noto di Garibaldi ma anche il lato più privato, intimo, poco conosciuto dai più. Venerdì 21, alle ore 9 e trenta e alle ore 19 e trenta, sempre al teatro Tasso, spazio al cineforum, con la proiezione del film di Luigi Magni "Nell'anno del Signore" (1969) ambientato nella Roma papalina. Nel cast, Nino Manfredi, Claudia Cardinale, Enrico Maria Salerno e Ugo Tognazzi. a cura del servizio Ufficio Stampa Ago Press Domani, 20 gennaio, alle ore 9 e trenta, al teatro Tasso di Sorrento, la compagnia Casa degli Alfieri porta in scena Francesca e l'eroe, un monologo teatrale, per la regìa di Luciano Nattino, incentrato sulla figura di Francesca Armosino, terza moglie di Garibaldi. L'appuntamento inaugura il programma di iniziative dal titolo "Diventare nazione. Storia e controstoria del Risorgimento Italiano", promosso da Comune di Sorrento, teatro Tasso, associazione Torquato Tasso e circolo Endas penisola sorrentina, in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia.Tre mesi di eventi, tra cinema, teatro, musica, arti, convegni e seminari con storici, economisti e ricercatori, incontri con studenti e docenti, premiazioni, mostre e cineforum, fortemente voluti dal sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo.Francesca e l'eroe punta i riflettori su Francesca Armosino, terza moglie di Garibaldi, dorigine astigiana, testimone diretta degli ultimi tormentati anni di Garibaldi, dal 1866 alla morte di lui nel 1882. Il suo racconto dellepopea garibaldina è quello di unumile balia piemontese diventata moglie di uno dei personaggi più importanti del Risorgimento italiano e dellOttocento europeo e mondiale. Siamo nellanno 1880. Garibaldi ha 73 anni, Francesca 34. Sullisola di Caprera vivono anche Clelia e Manlio, i loro figli, oltre ai genitori di lei. Francesca ricostruisce gran parte della vita di Garibaldi, le imprese, gli amori, tutto ciò che è a sua conoscenza per i racconti di lui o per la lettura effettuata delle Memorie. Ne emerge il volto noto di Garibaldi ma anche il lato più privato, intimo, poco conosciuto dai più.Venerdì 21, alle ore 9 e trenta e alle ore 19 e trenta, sempre al teatro Tasso, spazio al cineforum, con la proiezione del film di Luigi Magni "Nell'anno del Signore" (1969) ambientato nella Roma papalina. Nel cast, Nino Manfredi, Claudia Cardinale, Enrico Maria Salerno e Ugo Tognazzi.a cura del servizio Ufficio Stampa Ago Press

 


Condividi questo contenuto