Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
Notizie dal Comune
BANDO DI CONCORSO: Contributi speciali per famiglie disagiate al fine di migliorare le attività familiari e sostenere i canoni di locazione anno 2018
07-03-2018

E’ indetto un bando di concorso per la concessione dei contributi speciali per famiglie disagiate al fine di migliorare le attività familiari e sostenere i canoni di locazione anno 2018, gestito solo con FONDI COMUNALI, in favore dei soggetti titolari di contratti ad uso abitativo nel Comune di Sorrento, regolarmente registrati.

1. REQUISITI

Per beneficiare del contributo devono ricorrere le seguenti condizioni, alla data della pubblicazione del presente bando, pena la non ammissione al concorso:

essere titolare per l’anno 2018, quindi intestatario, di un contratto di locazione per uso abitativo, regolarmente registrato (in regola con il pagamento dell’imposta di bollo se dovuta) non di un immobile di propietà comunale;
certificazione ISEE in corso di validità rilasciato nell’anno 2018 - non superiore a euro 9.000,00
il titolare del contratto deve essere residente (e non domiciliato) da almeno 10 anni nel Comune di Sorrento , i 10 anni potranno anche essere non continuativi, poiché il cumulo degli anni di residenza sia di 10 anni, si fa presente che le autodichiarazioni saranno soggette a controllo da parte dell’ufficio e le autodichiarazioni non veritiere saranno causa di esclusione dal bando stesso;
i cittadini stranieri devono attestare una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo, svolta nel territorio del Comune di Sorrento.

2. CONDIZIONI

Saranno ammessi al beneficio i soggetti la cui situazione economica non sia superiore ad un valore ISEE di euro 9.000,00.

3. FONDI COMUNALI

Il Comune ha stanziato per il bando in oggetto euro 75.000,00

4. DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO

Il contributo economico sarà determinato e calcolato in base ai seguenti criteri:

famiglia con 1 figlio in età scolare (asilo-università): 5 punti
famiglia con 2 figli in età scolare (asilo-università): 10 punti
famiglia con 3 o più figli in età scolare (asilo-università): 15 punti
Soggetti nei confronti dei quali risulti emesso provvedimento di rilascio dell’abitazione e che abbiano proceduto a stipulare un nuovo contratto di locazione ad uso abitativo con le modalità previste dalla legge n.431 del 9 dicembre 1998: 3 punti

Presenza all’interno dei nuclei di soggetti diversamente abili: 2 punti
Ultrasessantacinquenni: 1 punto
Famiglie monoparentali: 1 punto

Numero componenti del nucleo familiare: punti calcolati in base al numero dei componenti, ad ogni componente 1 punto

Si precisa che il contributo verrà calcolato in ratei in base a quelli effettivamente pagati;

La selezione dei beneficiari avverrà mediante la formulazione di una graduatoria ed il contributo sarà erogato fino all’esaurimento della provvista finanziaria di euro 75.000,00.

5. GESTIONE DEL BANDO

In esecuzione al bando si procederà nel seguente modo:

ricognizione delle buste arrivate entro i termini ed apertura delle stesse
stesura della graduatoria provvisoria
eventuale comunicazione ai richiedenti del contributo di rettifiche per le istanze incomplete, e richiesta di integrazione di documenti, con la precisazione che gli atti richiesti devo pervenire all’ufficio U.R.P. entro 15 giorni dall’invio della lettera, pena l’esclusione del beneficio.
dopo l’integrazione della documentazione richiesta l’ufficio U.R.P. provvederà a redigere una graduatoria definitiva da rendere pubblica
verrà inviato ad ogni richiedente comunicazione dell’avvenuta concessione del beneficio e nel caso contrario le motivazioni dell’esclusione
si precisa che per quanto previsto dal bando si invieranno gli elenchi degli aventi diritto al contributo alla Guardia di Finanza competente per il territorio, per i controlli previsti dalle leggi vigenti.

6. MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Le domande di partecipazione degli aspiranti beneficiari, debitamente compilate e sottoscritte, devono essere presentate utilizzando solo l’apposito modulo predisposto dal Comune scaricabile dal sito ufficiale del Comune di Sorrento (www.comune.sorrento.na.it) o da ritirare presso l’Ufficio U.R.P. sito in Piazza Sant’Antonino, 14 – primo piano, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Le istanze devono essere spedite, insieme alla documentazione di cui al successivo punto 7), a mezzo raccomandata AR, entro la data del 6 aprile 2018 (farà fede la data del timbro postale), pena l’esclusione, al seguente indirizzo: Ufficio U.R.P.- Comune di Sorrento, Piazza Sant’Antonino 14 – Sorrento 80067, indicando la seguente dicitura: “BANDO DI CONCORSO - Contributi speciali per famiglie disagiate al fine di migliorare le attività familiari e sostenere i canoni di locazione anno 2018”

7. DOCUMENTAZIONE

Alla domanda di partecipazione deve essere allegata la seguente documentazione, pena l’esclusione:

fotocopia fronte retro di un documento di riconoscimento di chi produce la domanda che deve obbligatoriamente anche l’intestatario del contratto;
copia del contratto di locazione regolarmente registrato con i dati di registrazione dello stesso;
copia della ricevuta di pagamento con marca da bollo o bonifico bancario o vaglia postale attestante l’avvenuto pagamento del canone di locazione relativo alle mensilità dell’anno 2018 (da giugno 2017 a marzo 2018);
ricevuta di versamento della tassa di registrazione mod. F24 o copia della raccomandata con cui il locatore comunica all’inquilino di aver aderito alla cedolare secca a meno che nel contratto di locazione sia espressamente disposta la rinuncia agli aggiornamenti del canone. Si precisa che gli adempimenti economici verso l’Agenzia delle Entrate devono essere regolarmente versati altrimenti il Comune segnalerà all’Agenzia delle Entrate i cittadini inadempienti e la domanda di accesso al bando verrà automaticamente rigettata
certificazione ISEE in corso di validità rilasciato nell’anno 2018;
dichiarazione sostitutiva unica (DSU) – anno 2018;
per i cittadini stranieri attestazione di una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo svolto nel territorio del Comune di Sorrento;
attestazione dello stato di sfratto;
documentazione attestante lo stato d’invalidità superiore al 66% di uno o più componenti il nucleo familiare.
autocertificazione circa la fonte di sostentamento per se e per tutti i componenti maggiorenni del proprio nucleo familiare, prevista dal bando di concorso, qualora il richiedente sia soggetto senza fonte di reddito (ISEE 0).
autodichiarazione della residenza da almeno 10 anni (se i 10 anni non sono continuativi deve essere ricostruito l’arco temporale dei 10 anni specificando i periodi di residenza a Sorrento e quelli di residenza negli altri comuni) si precisa che il cittadino deve, nell’autocertificazione prodotta, ricostruire i periodi in cui è stato residente a Sorrento, quindi devono essere specificate le date;
autodichiarazione dei figli in età scolare precisando i seguenti punti: nome e cognome, età, sezione e scuola frequentante
fotocopia del codice IBAN per conti correnti bancari e postali (si precisa che non è valido l’IBAN del libretto postale)

8. CASI PARTICOLARI

a. In caso di decesso del beneficiario, il contributo con riferimento al periodo di residenza del beneficiario nell’immobile e sulla base delle ricevute attestanti l’avvenuto pagamento dei canoni di affitto, regolarmente presentate, è assegnato agli eredi, individuati in base alla disciplina civilistica, in possesso di opportuna certificazione da presentare al Comune.

b. In caso di trasferimento in altro Comune, sarà possibile assegnare solo la quota di contributo spettante in relazione ai mesi di residenza nell’alloggio a cui si riferisce la domanda.

9. AUTOCERTIFICAZIONE, CONTROLLI E SANZIONI

La verifica delle veridicità delle Dichiarazioni Sostitutive presentate viene effettuata a campione dall’Amministrazione Comunale (art. 71 del D.P.R. 455/2000). Qualora dal controllo emerga che il contenuto delle autodichiarazioni non sia vero o che i documenti presentati siano falsi, al dichiarante non verrà concesso il contributo e sarà denunciato alle Autorità competenti e sottoposto a sanzioni penali (art.

76 del D.P.R. n. 455/2000). L’Amministratore Comunale provvederà a recuperare le somme indebitamente percepite, gravate degli interessi legali. Nel caso in cui venissero meno, per qualsiasi motivo, le condizioni per l’ottenimento del contributo, l’Amministratore provvederà a revocare il contributo stesso.

L’Amministratore eseguirà controlli sui dati contenuti nelle autocertificazioni, in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate e altri uffici pubblici competenti. Inoltre l’Amministrazione invierà gli elenchi degli aventi diritto al contributo alla Guardia di Finanza competente per territorio, per i controlli previsti dalle leggi vigenti. Tutti i dati comunicati dai richiedenti saranno trattati ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.

Per il relativo modello di partecipazione al bando, i cittadini possono rivolgersi presso l’ufficio U.R.P. del Comune, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 oppure contattare il numero 081.5335244, il responsabile del procedimento è il Dr. Antonino GIAMMARINO.

 Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente bando, si fa riferimento alla legge 431/98 e D.D. n. 301 del 6/2/2008 e smi.

 


Notizie e Comunicati correlati

11-10-2013
Il Chiostro di San Francesco è una meravigliosa cornice per il giorno delle tue nozze:contorniato da archi incrociati ....

Condividi questo contenuto